Lega: “I terroni dei terroni sono i veri terroni!”

E’ di febbraio l’annuncio della candidatura degli abitanti di Lampedusa al Nobel per la Pace; nonostante l’ambìto riconoscimento sia poi finito (giustamente) a Malala Yousafzay e Kailash Satyarthi per il loro impegno a sostegno dei diritti dell’infanzia, la notizia non può che aver fatto piacere a tutti noi, nonostante sia stata presto dimenticata. Addirittura, un abitante dell’isola intervistato mentre giocava a carte con gli amici, si liberò delle telecamere con: “Noi non vogliamo il Premio, vogliamo la Pace.” La battuta è endemica dell’atteggiamento benevolo che, chi sbarca sulle coste italiane, può apprezzare nel Mezzogiorno.

Il fatto che la Lega abbia deciso finalmente di espandere i suoi confini è un segnale preoccupante: è cambiato qualcosa dallo scorso gennaio? Nonostante il disperato tentativo di Salvini, Buonanno, Borghezio & co. di presentarsi come degli innocui agitatori di folle (e di acque, non dimentichiamo lo scandalo rimborsi divampato appena due anni fa), sotto quest’avanzata deve per forza celarsi, oltre che un tentativo di raccogliere voti come pescatori con le bombe a mano, la sensazione che, anche da Roma in giù, i sondaggi siano favorevoli. Soprattutto strizzando l’occhio a varie associazioni filantropiche come CasaPau e Forza Nuova: il background politico di personaggi come Borghezio e Buonanno è, in effetti, lo stesso di quello del buon Iannone.

Salvini, con atteggiamento a metà strada tra il serio e lo schifato, ha annunciato che princìpi come autodeterminazione e federalismo valgono anche per gli amici del Sud, e che le critiche che di solito la Lega riservava loro erano rivolti esclusivamente agli sprechi e alla cattiva amministrazione. Ne è un esempio l’ormai celeberrimo coretto:

Senti che puzza

scappano anche i cani

stanno arrivando i Napoletani

che ovviamente si riferiva esclusivamente agli sprechi e alla cattiva amministrazione.

Ma, come abbiamo ormai imparato dai romanzi d’appendice di seconda categoria, solitamente il quadro completo è ben più intricato di quello che appare inizialmente; inoltre, nonostante tutti si professino acerrimi nemici del Carroccio per poi scoprire che, ad oggi, sarebbe il secondo partito dopo il MR (non prendiamoci in giro: il PD non è nemmeno alla maggioranza), la fetta ancora consistente di elettorato che, per rispetto del codice deontologico dell’essere umano appena passabile, tuttora si rifiuta di votare Lega ha ben imparato a conoscere i suoi gregari: gente che, difficilmente, cambia opinione. Soprattutto quando si parla di secessione e pagliacciate del genere.

La mia ipotesi è dunque questa: che il caro Salvini abbia in mente di esportare gli slogan più viscerali del suo partito al Sud e contro gli extracomunitari, per poi lasciar marcire questa grande propensione all’accoglienza tipica dei meridionali in quel sentimento, squisitamente lombardo-veneto, di indifferenza mista a incomprensione e ripugnanza. Con il chiaro scopo di eliminare uno dei massimi motivi che spingono le persone a trascorrere le ferie estive in Salento o in Calabria, sottolineandone poi l’arretratezza e infine sottraendo alla nafta le vecchie felpe con caratteri cubitali inneggianti alla Serenissima o alla Padania. E, finalmente, ottenere la tanto agognata indipendenza.

La seconda ipotesi, meno romanzesca ma forse più verosimile, è che il piano di cui sopra sia un parto strano della mia immaginazione e che, semplicemente, il carroccio sia disposto a rimangiarsi vent’anni di battaglie contro i mulini a vento, abbracciando come fratelli chi, fino a ieri, considerava persone da cui tenersi alla larga.

Potrebbe quindi trattarsi della genesi di un nuovo genere cinematografico, il polenta western: 

Per un Pugno di Voti

 
Ilmorodivenezia | Promuovi anche tu la tua Pagina

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...